7 BAR (parte V)

cerveja

5. L’ATLETA

Ehi, l’hai bevuta tutta tu da solo quella roba?

E a te che ti frega?

No, scusa, non t’arrabbiare, ero solo curioso. Se fossi stato tu, sarebbe una cosa notevole.

Lo è.

Prendo le mie birre e vado.

Ciao.

Vuoi unirti a noi? Siamo a quel tavolo laggiù. Ti offro una birra.

Grazie. Volentieri.

Ragazzi, questo qui è un mio nuovo amico, si chiama…

Mario Berruti.

E’ un fenomeno. Avrà già bevuto una dozzina di drink ed è ancora in piedi dritto davanti a noi.

Impressionante.

Come fai?

Ero un atleta, ho il fisico.

Dai, siediti, raccontaci.

Che sport facevi?

Canottaggio.

La stazza ce l’hai.

Ce l’avevo. Adesso sono in declino.

C’era quel tizio che si chiamava anche lui Berruti…

Il corridore.

Già.

Parenti?

Può essere, alla lontana.

Pensa, ci hai portato una celebrità.

Li conosci i fratelli Abbagnale?

Certo.

Grande.

Tu cosa hai vinto?

Io gareggiavo sull’otto.

Quindi?

Qualche medaglia.

Grande!

Sei mai stato alle olimpiadi?

Sì.

Quali? Io le guardo sempre.

Anche io.

Mi avete rotto i coglioni con le vostre domande.

Dai, non t’incazzare.

Non capita tutti i giorni di bere con un famoso sportivo.

Non sono famoso.

Ma sei stato alle olimpiadi. Sei un grande.

Me ne vado.

No dai, resta.

Vai a prendere un altro giro, Sergio.

Ok.

Tu ne vuoi una, Mario?

Sì, grazie.

Quante ne puoi bere prima di crollare?

Non so.

Magari lo scopriamo stasera.

Dubito.

Oh, ragazzi, mentre ero al bancone ho guardato sullo smart phone, non ho trovato nessun Mario Berruti canoista olimpico.

Com’è che non ci sei in rete, Mario?

Cazzo ne so.

Non ti sei fatto una pagina social?

Ora me ne vado, dammi quella birra che poi vado.

No, dai.

Chissenefrega di internet. Alla tua.

Doc !

Poi non è che ci sono tutti gli atleti del passato, in rete.

Infatti, Mario era un atleta di uno sport minore dal punto di vista mediatico.

Doc!

Cazzo, comunque è duro il canottaggio, o no?

Sì.

Doc !

Ma quello sta chiamando te?

E’ un’ora che strilla.

Mi chiedevo cosa volesse…

Doc !

Sembra che chiami proprio te, Mario.

Si sarà confuso.

Sta arrivando.

Doc, cosa ci fai qui?

E tu chi sei?

Sono un amico del dottore. Cosa ci fai da queste parti Doc?

Quale dottore?

Quello. Chi cazzo sei tu, ragazzino?

Ehi, vacci piano.

Altrimenti?

Ti soverchiamo in numero.

I miei compari laggiù la penserebbero in maniera diversa.

Capisco.

Sono solo venuto a salutare il mio amico Doc. Non voglio litigare con dei mocciosi.

Sei anche un dottore?

Fanculo a voi ragazzini.

Vieni con me Doc, ti offro un giro.

Te ne vai così, Mario?

Chi cazzo è Mario, Doc?

Andiamo a bere. Lascia perdere.

© 2016

Continua…

Un pensiero su “7 BAR (parte V)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...